giovedì 16 novembre 2017

La scienza economica non è questione di opinioni o di modelli matematici: mia intervista a Il Truffone

Ciao a tutti. Vi segnalo la mia intervista a Il Truffone il podcast di Francesco Carbone


Potete anche scaricarla e sentirla quando volete.

domenica 22 ottobre 2017

26 ottobre evento in cui partecipo con il mio libro "Anche l'economia è un'opinione"

Impresa Azzurra organizza 
GIOVEDÌ 26 OTTOBRE 
Dalle ore 18:30

A cura del Coordinamento Regionale della Lombardia

L'IMPORTANZA DI FARE RETE
Durante la serata verranno esposte opere d'arte di artisti sia emergenti che affermati. 
Il perfetto contorno all'ambiente di networking. 

Interverranno durante la serata:
Dott. Prof. Alfonso Indelicato
Per la presentazione del suo libro

Dott. Vito Foschi
Per la presentazione del suo libro

Giovedì 26 ottobre 2017
Dalle ore 18:30

Yoof, Via Metastasio 3, Milano
(Zona Cadorna, linea metropolitana M1)

18:30 Ingresso e accoglienza in sala
19:00 Presentazione Libro Prof. Indelicato
19:30 Presentazione Libro Dott. Foschi
21:15 Apertura tavolo dibattito e presentazione IA




martedì 26 settembre 2017

Presentazione del "Anche l'economia è un'opinione" a Milano

01/10/2017: Evento mondano Presentazione libri Domenica 1 Ottobre serata al Palo Alto, lo storico disco bar fra le fermate Porta Romana e Crocetta della MM3!
La prima parte della serata, in particolare dalle 19.00 alle 20.30 ca. sarà dedicata alla presentazione del libro di Vito Foschi "Anche l'economia è un'opinione".
Dalla presentazione presente sul blog dell'autore: Il calcolo della ricchezza italiana è frutto di un'alchimia ambigua che mescola tasse ed economia sommersa, la proprietà pubblica è un'illusione, la spesa pubblica è un inganno, mentre il sistema previdenziale è destinato a saltare per colpa dell'allarme demografico. E intanto i politici vogliono abolire il contante solo per fare un favore alle banche. Un pamphlet che rivela cosa c'è da sapere per difendere i nostri soldi.
Ritrovo quindi già a partire dalle 19.00 con un appuntamento di alto livello per parlare di argomenti che tutti dovremmo imparare a conoscere meglio! Il libro si configura come un agile pamphlet di 50 pagine, pensato per essere letto nei momenti liberi! Successivamente, a partire dalle 21.00, piano bar con karaoke facoltativo nella sala al piano interrato!
In lista Milanofotografo entrata libera e area riservata.
La serata si configura come una serata rilassante, di ritrovo con gli amici, in un ambiente comodo ed confortevole, in un locale in posizione centrale e facilmente raggiungibile.
L'evento è anche su Facebook!
VITO FOSCHI Laureato in ingegneria, dopo un'esperienza di insegnante è ora consulente informatico a Milano. Con una passione per la scrittura e la politica, ha pubblicato per varie testate locali e online. Suoi articoli sono apparsi sul Legno Storto, l'Opinione e l'Intraprendente. Fra i primi aderenti al Tea Party Italia, è stato candidato alla Camera nel 2013. Attualmente è titolare della rubrica settimanale Cose (E)inaudite su Lo Spiffero

Orario: 19.00 Presso: Palo Alto - C.rso di Porta Romana 106 - 20122 Milano

sabato 5 agosto 2017

Lavoro manuale e lavoro intellettuale

di Vito Foschi

Parlo dell'Italia che è purtroppo l'unica realtà lavorativa che conosco. Da sempre esiste una divisione netta fra lavoro manuale in qualche modo bistrattato e lavoro intellettuale o impiegatizio e ciò si riflette anche sui diversi trattamenti economici.
In realtà attualmente l'avanzamento tecnologico ha un po' rimescolato le carte e la suddivisione è meno netta che in passato, ma continua ad essere percepita come divisione netta e totale. Se si pensa alle catene di montaggio robotizzate dove i cosiddetti operai devono mettere mano ai robot riparandoli o riprogrammandoli, si capisce bene che non si tratta di un banale lavoro manuale, ma di qualcosa di più complesso. Lo stesso avviene in autofficina dove ormai esiste la diagnostica elettronica e così via.
Al contrario nel lavoro impiegatizio/intellettuale molte attività sono state automatizzate e il mitico ragioniere in grisaglia e con calcolatrice è ormai un ricordo lontano. Oggi, spesso l'attività di un impiegato si riduce all'immissione di dati in appositi programmi che poi effettuano tutte le operazioni del caso. Mi è difficile considerare un lavoratore intellettuale un operatore di un call center che blocca le carte di credito. Per quanto debba operare delle scelte lo fa sempre entro determinate opzioni seguendo una procedura predeterminata. Di fatto l'organizzazione a catena di montaggio rischia di scomparire nell'industria per imporsi nei servizi. Già parte dei servizi segue l'organizzazione della catena di montaggio e l'open space è la versione impiegatizia del capannone industriale.
Detto ciò rimane la percezione nei più dell'operaio come lavoro manuale e dell'impiagato come lavoro intellettuale e ciò si riflette anche negli emolumenti percepiti. Il lavoro dell'operaio viene considerato faticoso e nessuno si sognerebbe di richiedere un'ora di straordinario ad un operaio senza pagarla, cosa che succede spesso per gli impiegati. In qualche modo l'impiegato viene concepito come se tramite il lavoro si realizzasse, mentre l'operaio no. Quindi ogni sforzo aggiuntivo richiesto all'operaio deve essere remunerato, al contrario all'impiegato che tramite il lavoro dovrebbe trarne soddisfazione personale non sempre è remunerato. Ciò si riflette sugli stipendi ed è facile trovare semplici operai che con turni notturni o festivi e ore di straordinario abbiamo uno stipendio paragonabile a quello di un quadro nell'ambito dei servizi.

domenica 21 maggio 2017

Come recuperare i miei libri pubblicati con il Giornale

Per chi non fosse riuscito ad acquistare in edicola i miei libri pubblicati nella collana Fuori dal Corso edita da "il Giornale" può recuperarli tramite lo store on line di cui vi segnalo l'indirizzo:

http://store.ilgiornale.it/categoria-prodotto/libri-cd-e-dvd/fuori-dal-coro/




venerdì 12 maggio 2017

"Anche l'economia è un'opinione", il mio nuovo libro in allegato con il Giornale

l mio nuovo libro dall'11 maggio in edicola per una settimana in allegato on il Giornale con solo 2,50€ in più.

La breve presentazione:

"Il calcolo della ricchezza italiana è frutto di un'alchimia ambigua che mescola tasse ed economia sommersa, la proprietà pubblica è un'illusione, la spesa pubblica è un inganno, mentre il sistema previdenziale è destinato a saltare per colpa dell'allarme demografico. E intanto i politici vogliono abolire il contante solo per fare un favore alle banche. Un pamphlet che rivela cosa c'è da sapere per difendere i nostri soldi."




Non posso che invitarvi a recarvi in edicola a comprarlo.

La recensione de Lo Spiffero:

http://www.lospiffero.com/ls_article.php?id=33366